C’è un mondo da svariati trilioni di dollari là fuori.

Beni illiquidi, di proprietà privata, pronti per essere tokenizzati sulla blockchain. I security token sono la connessione più logica tra la finanza classica e la blockchain, apportando benefici a entrambi i settori.

Anche se il mercato dei security token offering (STO) è ancora giovane e nelle prime fasi di sviluppo, mostra un potenziale nel panorama imprenditoriale e finanziario. Alcune aziende, banche e istituzioni stanno peraltro già sperimentando nuovi prodotti finanziari.

Questo decennio vedrà sicuramente l’ascesa di questo tipo unico di token, che rappresenta una delle applicazioni più promettenti della tecnologia blockchain.

Diamo un’occhiata ad alcuni degli esempi più significativi in questo settore per capire cosa è già stato fatto.

EIB BOND

Nell’aprile del 2021, la EIB (Banca Europea degli Investimenti) ha lanciato un’obbligazione digitale nativa sulla piattaforma blockchain Ethereum, in collaborazione con Santander, Goldman Sachs e Societe Generale.  È la prima volta che una banca pubblica ha lavorato con un gruppo di banche private per vendere obbligazioni utilizzando la blockchain.

La transazione consisteva in una serie di token obbligazionari, dove gli investitori acquistano e pagano i Security token utilizzando la tradizionale moneta fiat. Poiché la EIB è tradizionalmente un pioniere nell’innovazione, questa obbligazione potrebbe aprire la strada a nuovi partecipanti al mercato per utilizzare la tecnologia blockchain per emettere titoli finanziari nativi. Si tratta di un ulteriore segno di interesse da parte dei capital markets nell’adozione della tecnologia blockchain.

Caratteristiche dell’asset:

Obbligazione di 100M a 2 anni, distribuita a investitori chiave del mercato. Mentre gran parte dei processi obbligazionari potrebbero essere replicati on-chain, i maggiori vantaggi dell’applicazione di questa tecnologia si sono evidenziati nella fase di compensazione del processo. e transazioni potevano infatti essere riportate e saldate immediatamente sulla blockchain, quindi il ruolo del central securities depository (CSD), il veicolo tradizionale per la riconciliazione delle transazioni, è stato sostituito dal gestore della piattaforma, Societe-Generale Forge.

CAIDEIA

Nel dicembre 2021, la fintech Cadeia, con sede a Monaco di Baviera, insieme a Bank Frick (pioniere blockchain del Liechtenstein), ha lanciato una cartolarizzazione di prestiti basata su blockchain. Come spiegato nel loro comunicato stampa, l’obiettivo principale di questa operazione basata su blockchain è quello di risparmiare denaro e tempo nelle operazioni di cartolarizzazione.

Questa iniziativa di prestiti end-to-end, completamente integrata e altamente automatizzata, riduce i processi di lavoro soggetti a errori manuali e fornisce un database comune per tutti i partecipanti all’ecosistema oltre a permette un notevole risparmio. In questo modo, Cadeia permette alle banche e agli intermediari finanziari di effettuare operazioni di cartolarizzazione su volumi più piccoli, migliorando la loro capacità di gestire il rischio e la liquidità.

Caratteristiche dell’asset:

L’oggetto del cosiddetto “GreyPeak 2021-1” sono i tradizionali prestiti corporate non garantiti di Bank Frick. Non solo le banche e gli intermediari finanziari beneficiano di questa mossa. Infatti, le migliori opzioni di gestione del rischio e della liquidità rendono più facile per le banche fornire nuovi prestiti a clienti come le piccole e medie imprese (PMI), contribuendo a migliorare la situazione dell’economia nel suo complesso.

INX Limited – Azioni token

Nell’agosto 2020, il token INX è diventato la prima IPO registrata dalla SEC sulla blockchain di Ethereum.  Questa piattaforma di trading globale per titoli digitali ha raccolto 125 milioni di dollari in un’offerta di Security Token e azioni.

Al momento della scrittura, INX è scambiato su OpenFinance (un ATS designato dalla SEC). È anche uno dei più grandi security token del mondo, con un market cap di oltre $ 250.000.000, superando i veterani dei security token come tZero con un rapporto di circa quattro a uno.

Caratteristiche dell’asset:

Come titolo, i possessori di INX token ricevono una distribuzione annuale del 40% di qualsiasi flusso di cassa operativo netto positivo generato dalla società. Il successo del token INX ha dimostrato una cosa: il modello funziona.

Fonti: https://www.eib.org/en/press/all/2021-141-european-investment-bank-eib-issues-its-first-ever-digital-bond-on-a-public-blockchain

https://blog.stomarket.com/security-token-market-cap-breaks-1-billion-shows-signs-of-exponential-growth-eb4dd472c54b

https://www.adb.org/sites/default/files/publication/566271/adbi-wp1079.pdf